Verso la World Cup - 1978, Manila
Jugoslavia sui trono. Italia, che beffa

MARTEDÌ, 27 AGOSTO 2019

1978 – Manila

Jugoslavia sui trono

Italia, che beffa

 

Le Filippine, dopo lo sgarbo e le conseguenti sanzioni del 1963, organizzano finalmente il loro mondiale, al quale l’Italia si avvicina con buone possibilità di podio, dopo il bronzo di Belgrado e il quarto di Liegi nelle ultime due edizioni dell’Eurobasket. Del resto il nostro basket sta vivendo un momento di grande vitalità confermato anche dai risultati olimpici (quinto posto a Montreal e semifinali sfuggite di un soffio per mano di... Slavnic). Si è insomma conquistata e ha consolidato un posto tra le big mondiali. La data, ottobre, creda problemi alle attività dei club, nel paese vige la legge marziale, in una delle due arene non funziona l’aria condizionata.

Gli Usa arrivano con gli “Athletes in Action” ma riusciranno comunque a chiudere al quinto posto un mondiale che vede una nuova beffa per gli azzurri e sempre ad opera della loro bestia nera, il Brasile, che lancia Oscar e che vede Marcel decisivo per la medaglia di bronzo. 

Vince la Jugoslavia di Zeravica (oltre ai grandi vecchi c’è Aleksandar Petrovic), davanti all’Urss di Sergei Belov, Eremin, Salnikov, Myshkin e di due giovanissimi giganti: Tkachenko e Belostenny. L’Italia parte bene: 93-80 al Portorico, 125-95 alla Cina, poi il primo ko con il Brasile. Crolla con la Jugoslavia (76-108), travolge Australia (87-69) e Filippine (112-75), se la gioca con l’Urss (69-79) e, dopo aver steso il Canada (100-83), arriva alla partita decisiva con il Brasile: a pochi secondi dal termine segna il canestro dell’85-84, ma sulla sirena un tiro da metà campo di Marcel gela gli entusiasmi. Il bronzo va ai brasiliani e la panchina di Giancarlo Primo comincia a scricchiolare. Compagnone l’arbitro italiano.

 

LA CLASSIFICA FINALE: 1. Jugoslavia, 2. Urss, 3. Brasile, 4. ITALIA, 5. Usa, 6. Canada, 7. Australia, 8. Filippine, 9. Cecoslovacchia, 10. Portorico, 11. Cina, 12. Rep. Dominicana, 13. Corea del Sud, 14. Senegal.

TOP SCORER: 180 Dalipagic (Jug), 179 Rautins (Can), 176 Chang (Cin), 177 Marcel (Bra), 173 Oscar (Bra).

L’ITALIA: Caglieris (9), Iellini (46), Carraro (143), Ferracini (23), Della Fiori (70), Bariviera (162), Bonamico (68), Meneghin (124), Villalta (24), Vecchiato (41), Marzorati (104), Bertolotti (66). All. Primo.

Redazione