Speciale Mondiali - Gruppo G
Germania e Francia favorite

VENERDÌ, 30 AGOSTO 2019

di Filippo Luini

GIRONE G

Il gruppo G sembra avere già nei nomi una “vittima sacrificale”: la Giordania. La Nazionale del mediorientale viene catapultata in un girone della morte assieme a due superpotenze della pallacanestro europea: Francia e Germania, e la stella dell’oceano atlantico del basket: la Repubblica Dominicana. Sarà l’argentino Nastor Garcia a dirigere un’orchestra senza troppe regole ma con tanto, tantissimo talento e istinto a disposizione. Perché è questo il modo di giocare della Nazionale dominicana. Le due favorite sono dunque Francia e Germania, sebbene quest’ultima, ormai priva del suo giocatore simbolo, Dirk Nowitzki, dovrà faticare e non poco. Sembra spianata al passaggio del turno la strada della Francia di Collet, che tuttavia ha dovuto superare l’imprevisto dell’ultimo secondo: Thomas Heurtel si è infatti infortunato durante il training camp, costringendo Collet a chiamare al suo posto Elie Okobo, poi tagliato. Una brutta tegola per la Nazionale francese, che rimane comunque tra le favorite ad un posto nelle prime quattro grazie ad un roster di altissimo livello tecnico e di esperienza. Vero che non vedremo più sui parquet mondiali Tony Parker, vero anche che il solo trio De Colo-Batum-Gobert spaventa le avversarie, che dovranno anche fare i conti con tutta la panchina dei transalpini. Il percorso di avvicinamento della Giordania è stato il meno scontato, tuttavia i mediorientali hanno conquistato il terzo posto nel girone E, precedendo anche i padroni di casa di questo mondiale: la Cina. La Repubblica Dominicana è quella che più di tutte ha dovuto sudarsi questo mondiale: i centroamericani, dopo una complessa fase a gironi si sono trovati ai mondiali come miglior quarta classificata dei due gironi, il confronto diretto con l’Uruguay, infatti, sorride ai dominicani, che grazie ad una sola vittoria in più hanno strappato il pass per la Cina. Distruttiva è stata invece la Francia: dieci vittorie in dodici partite, l’assenza degli uomini NBA ed Euroleague non ha pesato sulle spalle dei prescelti da Collet per avvicinarsi a questo mondiale, ma d’altronde il bacino cestistico francese nel rapporto grandezza-qualità, si sa, è uno dei migliori al mondo. Percorso di alto livello anche per la Germania: solamente tre KO per Maodo Lo e compagni, che hanno chiuso alle spalle della corazzata greca precedendo però una delle favorite a questo mondiale, la Serbia. Il leader di questa Germania sarà il playmaker degli Oklahoma City Thunder Dennis Schroder, giocatore istintivo che il CT Henrik Rodl dovrà saper gestire, soprattutto nei momenti più dinamici delle partite, dove spesso rischia di mandare fuori giri la squadra. Gli equilibri del girone, dunque, appaiono ben delineati, con una Francia apparentemente con pochi rivali, una Germania decisamente favorita rispetto alle due inseguitrici Repubblica Dominicana e Giordania. Ogni partita sarà una storia a sé, il mondiale è così, tutti i possessi saranno allo stesso modo importanti e le squadre potrebbero anche dover avere un occhio di riguardo per la differenza canestri, motivo per il quale vedremo tutti dare il 100%. Si comincia, per altro, subito con il derby europeo Francia-Germania, un super classico che, già dopo una sola partita, metterà la perdente dell’incontro nelle condizioni di non poter sbagliare più. Occhi puntati sugli uomini di Collet ed incognita Repubblica Dominicana, questo è il gruppo G della FIBA World Cup cinese. 

Coach: Nastor Garcia

Repubblica Dominicana: Solano (p/g, Ciclista Olimpico), Ramon (g, free agent), Liz (g, Metros de Santiago), Mendoza (g, Santeros de Aguada), Suero (g, Cariduros de Fajardo), L. Montero (g, free agent), Rojas (g/ap, Murcia), Garcia (ap, Castellò), Pena (ap, Breogan), Baez (ag, Manresa), Roberts (ag/c, Chalon).

 Coach: Vincent Collet

Francia:  Albicy (p, Zenit), Ntilikina (p, New York Knicks, NBA), De Colo (p/g, Fenerbahçe), Fournier (g, Orlando Magic, NBA), Lacombe (g, Monaco), Toupane (g/ap, free agent), Batum (ap, Charlotte Hornets, NBA), M’Baye (ag, Pinar Karsiyaka), Labeyrie (ag/c, Valencia), Gobert (c, Utah Jazz, NBA), Poirier (c, Boston Celtics, NBA), Lessort (c, Bayern Monaco)

Coach: Henrik Rodl

Roster: Schroder (p, Oklahoma City Thunder, NBA), Akpinar (p, Besiktas), Saibou (p, Bonn), Lo (p/g, Bayern Monaco), Obst (p/g, Ulm), Giffey (g/ap, Alba Berlino), Benzing (ap, Zaragoza), Kleber (ag, Dallas Mavericks, NBA), Theis (ag, Boston Celtics, NBA), Zipser (ag, Bayern Monaco), Thiemann (ag/c, Alba Berlino), Barthel (ag/c, Bayern Monaco), Voigtmann (c, CSKA Mosca), 

 

Filippo Luini