Virtus Bologna,coach Djordjevic:"Teodosic scalpita
ma deciderò all'ultimo se schierarlo con Venezia"

SABATO, 5 OTTOBRE 2019

L’avversario :”Io guardo solo l’avversario di domani, con grande rispetto. Colgo l’occasione per congratularmi con Venezia per la vittoria dello scudetto, una società che sta crescendo sia dal punto di vista sportivo e che societario. Mi congratulo anche con il Coach, allena a Venezia da tanti anni, e tutti noi possiamo vedere il progetto e la continuità che c’è dietro. Con la Reyer sarà una partita dura e fisica, loro sono una squadra che solitamente all’inizio fa fatica ma sanno benissimo quello che vogliono fare sul campo. Dobbiamo continuare a crescere, partendo dall’ottimo atteggiamento difensivo che è in questo momento il nostro punto di forza. Giocheremo in casa, con i nostri tifosi, stiamo costruendo anche con loro un rapporto sempre più solido, di cui abbiamo bisogno.”
Teodosic “Ieri si è allenato per la prima volta con la squadra. Valuterò io se questo basta per farlo giocare: dobbiamo essere cauti. Tutti noi lo stiamo aspettando ma dobbiamo avere pazienza, la stagione è lunga. Sicuramente lui ci potrebbe aiutare contro i campioni d’Italia Vedremo dopo l’allenamento di oggi. Lui ha una voglia matta, mi salta addosso, mi parla, ma in alcuni momenti preferisco non conoscere la lingua serba.”
Il nuovo acquisto: “La scelta di Della non c’entra nulla con le condizioni di Teodosic. Delìa arriva per darci più fisicità, riposo e turnover utile per la squadra.  Non è legato a Teodisic, avremmo agito in maniera differente.”
Il mercato: “Siamo sempre attenti sul mercato. Non c’è una squadra in Europa che non sia attenta sul mercato.  Abbiamo le idee giuste e remiamo tutti nella stessa direzione, sia noi sul campo sia la società. Faccio i complimenti a Paolo Ronci, per l’ottimo lavoro svolto e che sta svolgendo; già prima che arrivassi qui l’anno scorso aveva lavorato molto bene sul mercato”
Il debutto in EuroCup: “Con Ulm era abbastanza difficile da preparare. Abbiamo analizzato un dato che diceva che in quattro partite avevano fatto più di 65 contropiedi. Le palle perse che non mi sono piaciute erano proprio legate a questo discorso. Dobbiamo migliorare, ma a questa squadra piace lavorare. I ragazzi hanno voglia di fare, e di mettere il culo per terra.”
Il debutto di Virtus Segafredo femminile: “Facciamo tutti il tifo per loro, è un progetto importante, che merita il supporto e il tifo di tutti noi. Gli facciamo un grandissimo in bocca al lupo!”

Ufficio Stampa Virtus Segafredo Bologna