Virtus-Venezia le pagelle: Daye decisivo, Tonut
scorer. Teodosic in debito d'ossigeno

GIOVEDÌ, 13 FEBBRAIO 2020

In foto Daye abbracciato: credit Ciamillo-Castoria 

 

di Eugenio Petrillo 

 

PESARO - La Reyer Venezia si impone sulla Virtus Bologna per 81-82 e lo fa grazie ad un tiro quasi allo scadere di Austin Daye nel tempo supplementare. È stata una partita in cui l’agonismo e la fisicità sono stati i protagonisti principali, ma anche giocate date dal talento dei singoli non sono di certo mancate.
Nel corso del match, soprattutto nei momenti clou, hanno pesato - per entrambe le squadre - gli errori ai liberi. La Virtus ha tirato con il 64% (18/28), mentre la Reyer con il 60% (12/20).
La Segafredo ha sbagliato molto da tre punti: 9/35 (25%). Dato che pesa confrontato con quello di Venezia: 12/29 (41%). Venezia si può dire aver vinto anche la lotta sotto le plance dove Watt e Vidmar hanno recitato un ruolo da protagonisti: gli orogranata ne hanno catturati 51, mentre i bianconeri 40. 

 

Le pagelle della Virtus Bologna: 

 

Deri n.e. 

Marble 4.5 Non gli riesce niente. 1 punti in 13’ tirando con un pessimo 0/6 dal campo  

Pajola 6.5 Gioca un fantastico primo tempo con difese e buone cose offensive 

Baldi Rossi 5.5 Gioca solo 4’ ma in quei pochi minuti sbaglia parecchio 

Markovic 7 Il migliore della Virtus. Nonostante l’occhio tumefatto si fa valere con 18 punti in 31’ 

Ricci 6.5 Buona prova la sua. Lotta e segna anche canestri importanti: 12 punti con 5 rimbalzi 

Cournooh 6 Gioca 8’ segna lasciare il segno: né bene né male. ù

Hunter 6.5 Gioca una partita più che sufficiente in cui cattura ben 10 rimbalzi 

Weems 6.5 È quasi perfetto nel primo tempo, poi ha un calo fisiologico nella ripresa: 15 punti con 7 rimbalzi in 36’ 

Nikolic n.e.  

Teodosic 5.5 È in debito d’ossigeno. Il serbo ha tirato molto male: 2/16 dal campo con 6 palle perse. Sono 15 i suoi punti, 10 i suoi falli subiti, 6 gli assist e 6 anche i rimbalzi 

Gamble 6 Lotta come può, ma si deve arrendere ai colpi di Watt e Vidmar 

 

Coach Djordjevic 6 Veniva da un ciclo senz’altro duro. Non è riuscito ad invertire il trend negativo a Pesaro 

 

Le pagelle della Reyer Venezia: 

 

Casarin n.e. 

Stone 6 Il suo apporto è sempre importante. Bene come al solito in difesa, fondamentale anche qualche rimbalzo preso 

Bramos 6.5 Si sblocca solo nel quarto quarto, prima un fantasma. Poi però quando conta davvero lui risponde presente ed è decisivo con 9 punti 

Tonut 7 Ottima la sua prova. Segna 16 punti in 31’ 

Daye 8 L’eroe della partita. Segna il canestro decisivo e regala una gioia immensa a tutta la Reyer: 15 punti 

De Nicolao 6.5 Gioca un primo tempo da grande giocatore, poi nella ripresa cala e sbaglia due liberi che sarebbero potuti costare caro a Venezia 

Filloy s.v. Gioca appena 3’ 

Vidmar 7 Fa un lavoro sporco importantissimo. Segna 7 punti, subisce tanti falli e prende 11 rimbalzi 

Chappell 7 Prova di difesa e attacco: l’ex Brindisi segna 14 punti e lo fa in 29’ 

Mazzola 6 Disputa una prova ordinata in cui fa quello che il suo gli chiede 

Cerella s.v. Gioca pochi scampoli di partita 

Watt 6 Meno brillante del solito, ma il suo lavoro in area lo fa molto bene 

 

Coach De Raffaele 7 Finalmente trova una gioia in una Final Eight. È attento e preciso con le rotazioni ed i cambi sapendo mettere i giocatori giusti al momento giusto. 

Eugenio Petrillo