Una Treviso in costante crescita strapazza
Trieste all'Allianz Dome

LUNEDÌ, 14 SETTEMBRE 2020

di Eugenio Petrillo 

Il combattuto girone C si chiude anche per Trieste e Treviso. All’Allianz Dome, la De’Longhi si impone nettamente per 62-80.
È stato un match strano iniziato con un grande parziale da 14-4 dei biancorossi, ma poi dal secondo quarto in poi ha dominato fino a prendere un largo margine di vantaggio.
Treviso nonostante la netta vittoria, non ha strappato il pass per la Final Four di Bologna. Infatti con la vittoria della Reyer Venezia su Trento, ad andare all’ultimo atto della Supercoppa è l’Umana.
Treviso e Trieste nel corso del girone hanno avuto un percorso diametralmente opposto. L’Allianz dopo le tre vittorie e le zero sconfitte dell’andata, è capitolata con tre nette sconfitte al ritorno. Viceversa la De’Longhi dopo le prime tre brutte sconfitte si è rifatta con tre ottime vittorie, sinonimo di una costante crescita della squadra di coach Max Menetti.
Per Treviso ci sono 14 punti di David Logan, 12 di Matteo Chillo, 11 di Christian Mekowulu e 10 di Jeffrey Carroll.
Per Trieste invece, priva di Andrejs Grazulis, arrivano 17 punti di Juan Fernandez, 13 di Mike Henry e 11 di Milton Doyle. 

Trieste comincia fortissimo. Fernandez segna e illumina i compagni: subito 8-2 dopo 1.30 di gioco che obbliga Menetti al time-out.
Il vantaggio diventa di 11-2 con la tripla del Lobito e Menetti deve togliere Akele autore già di due falli personali dopo 3’.
Doyle dall’angolo piazza la tripla del 14-4: primo vantaggio in doppia cifra dell’Allianz.
Treviso poi nella seconda metà di quarto si sblocca e con la bomba di Chillo ritrova il -5 (14-9).
La rimonta della De’Longhi è completata. Treviso fa un 11-0 di parziale e Imbrò da tre segna il 14-15 a proprio favore quando mancano 2’ alla fine del primo quarto.
Il primo quarto dice Trieste 21, Treviso 20.
Il secondo quarto si apre con un colpo da teatro: Henry alza la palla e Upson la schiaccia al volo.
É però la De’Longhi a fare la partita con Carroll e Imbrò: la squadra di Menetti trova il +3 sul 23-26.
Treviso gioca e lo fa veramente bene. Al contrario Trieste si è completamente bloccata rispettato all’inizio della partita. Da Ros commette il suo terzo fallo personale e Treviso vola sul 30-39. Russell subito dopo dall’angolo infila la tripla del +10 (32-42) a 1.30 dall’intervallo.
Alla pausa lunga si va sul 34-44.
Alla ripresa del gioco, le cose non cambiano. Treviso continua ad andare in scioltezza e sfruttando le palle perse di Trieste va sul 36-48 che poi diventa 36-50 con la schiacciata in contropiede di Carroll.
Akele con un parziale personale di 4-0 piazza il +20 De’Longhi: 41-61 a 2.30 dalla fine del terzo periodo. Dopo 30’ i veneti comandano 45-63.
L’ultimo quarto ha ben poco da dire, la De’Longhi Treviso vince 62-80.

 

QUI le statistiche complete del match 

 

Girone C - La classifica: 

Reyer Venezia 8 (4-2)

Treviso 6 (3-3)

Trieste 6 (3-3)

Trento 4 (2-4)

 

in neretto la squadra qualifica alla Final Four di Supercoppa 
 

Eugenio Petrillo