Treviso fa valere il fattore PalaVerde e
interrompe la striscia di vittorie dell'Orlandina

MARTEDÌ, 11 GIUGNO 2019

di Eugenio Petrillo 

Treviso meglio non avrebbe potuto cominciare. La De’Longhi in un PalaVerde gremito di tifosi trevigiani sconfigge nettamente Capo d’Orlando per 90-72. 
Gara1 dunque è archiviata e ora alla squadra di Max Menetti ne mancano due per la promozione in Serie A. Dopo un primo quarto equilibrato, i padroni di casa prendono il largo prima dell’intervallo dando la prima sterzata alla partita. Nel secondo tempo, la De’Longhi chiude i conti e poi nel quarto periodo gestisce il vantaggio. 
Per la prima volta in questi playoff si vede un David Logan in palla, ma l’MVP del match è Matteo Imbrò.  
Capo d’Orlando ha sofferto le triple degli avversari, anche a causa della difesa a zona che ha permesso ai veneti di provare la conclusione da lontano con più frequenza.  
Alla Benfapp non sono bastate le prestazioni di Jordan Parks e di Brandon Triche autori rispettivamente di 16 e 17 punti.
Per Treviso ci sono 20 punti di Imbrò, 16 di Logan, 12 di Uglietti, 11 di Tessitori e 10 di Burnett. Per l’Orladina oltre ai 17 e ai 16 di Triche e Parks, ne arrivano 12 da Joe Trapani, 12 da Matteo Laganà e 10 da Joseph Mobio. 

Che partenza in gara1 al PalaVerde. Treviso comincia fortissimo con due bombe (Severini e Logan), ma Capo d’Orlando risponde con Triche e Trapani: 6-5 dopo meno di due minuti.
Il ritmo in avvio di gara è elevatissimo. La squadra di Max Menetti tenta con continuità la conclusione oltre l’arco (3/8 dopo 4’), mentre l’Orlandina si affida ai soliti Triche e Parks.
Uglietti regala a Treviso il primo allungo con il 2+1 per il 16-9 a 4’ alla fine del primo quarto. I ragazzi di Marco Sodini però ricuciono immediatamente con orgoglio grazie ad uno scatenato Parks. A completare la rimonta fino al sorpasso sul 17-18 però ci pensa Triche con 5 punti consecutivi. Dopo 10’ il punteggio recita 20-22 per la Benfapp. 
Treviso comincia benissimo il secondo quarto attaccando alla perfezione la zona 3-2 siciliana: Chillo incanta per il 28-25 dopo 2.30’ di gioco.
Ci pensano poi Imbrò e Alviti e riportare i padroni di casa avanti di 7 lunghezze: 34-27.
La De’Longhi raggiunge anche la doppia cifra di vantaggio grazie ad uno scatenato Burnett che manda in visibilio il pubblico del PalaVerde.
La Benfapp non vede solamente Treviso scappare, ma inoltre Triche commette il suo terzo fallo: Uglietti dalla lunetta segna il 2/2 del 46-24 a 2’ dall’intervallo.
A metà gara Treviso conduce 48-41.  

Il ritmo al rientro in campo è ancora molto elevato. Treviso riesce a mantenere a distanza gli avversari e lo fa con il primo vero acuto di Logan: due triple consecutive e 60-45 De’Longhi.
Treviso è un fiume in piena. La squadra di Menetti continua a punire la zona dell’Orlandina grazie alle solite triple, in particolare di Imbrò: 68-50 e match nettamente indirizzato.
Il terzo quarto si chiude 72-57. 
L’ultimo quarto è pura gestione per Treviso che però perde per infortunio Alviti, costretto a rientrare negli spogliatoi anzitempo. Treviso comunque strappa il primo referto rosa per 90-72. 

QUI le statistiche complete del match 

 

Foto: Ciamillo-Castoria

Eugenio Petrillo